O ineffabilem virum per quem